Tutto il calcio minuto per minuto – 3 di 3

“Tutto il calcio minuto per minuto” è un’istituzione della radio italiana. Richiama fasti antichi e imprese sportive epiche, dal calcio al ciclismo. Qualche pensiero su personaggi che, nei miei personali ricordi, sono stati importanti. 3 di 3.

29 maggio 1988.
Per la prima volta, dopo decenni di voci maschili, nella trasmissione radiofonica “Tutto il calcio minuto per minuto” – famosissima e seguitissima all’epoca – su Radio 1 Rai, debutta la voce di Nicoletta Grifoni, marchigiana di Ancona.
“Non avevo minimamente idea di quello che questa cosa potesse significare” dirà in un video su Youtube del 2010.
“Non c’erano i telefonini, quindi io ho fatto la mia partitina (collegamento per l’Ancona all’epoca n.d.r.), ho fatto la mia radiocronaca e sono andata a dormire perché ero stanca. La mattina dopo vado in redazione alla solita ora e la vecchia segretaria Lea che mi corre incontro dicendo : Ti stanno cercando tutti!”.
“Perché” aggiunge “non era il discorso della donna che parlava di calcio, ce n’erano state altre colleghe, che avevano fatto la tv e i servizi, era la donna che parlava di calcio in diretta e significava questo che nessuno glielo poteva suggerire.”
Racconta poi della palestra a Radio Arancia prima della RAI, delle partite dell’Ancona al Dorico col fratello più grande che non voleva portarla, delle trasferte dell’allora Ancona Calcio e delle persone genuine di una volta, e racconta di quanto il calcio sia cambiato.
E poi parla di Ancona e degli anconetani, che sto scoprendo poco per volta, e capisco ciò che dice nel video.
Oggi Nicoletta Grifoni sta più “dietro le quinte”, va poco allo stadio e lo segue meno, ma quella data e quello che le è stato permesso, quel pomeriggio, al Dorico, nel “suo” Dorico di Ancona, rimarrà sempre.

 

Say Something