L’EuAtalanta

Uno schizzo di Alexander Gomez detto “Papu”, un girone delle meraviglie per l’EuAtalanta con vittoria finale al Mapei Stadium per 1 – 0 contro l’Olympique Lione (vittorie, prima del girone e passaggio del turno con una partita d’anticipo): il 7 dicembre 2017 è un gran giorno di storia e di calcio per i bergamaschi in una Reggio Emilia colorata di nerazzurro a celebrare la Dea. Uno di quei giorni che si racconterà ai nipoti.

Persino Percassi era in campo con i giocatori dell’Atalanta a salutare un Mapei Stadium nerazzurro, a festeggiare una qualificazione da prima del girone di fatto storica.
Persino Percassi, il presidente dell’Atalanta Bergamasca Calcio, sempre defilato e molto spesso dietro le quinte, è sceso in campo a farsi fotografare con i giocatori e salutare un Mapei Stadium nerazzurro.
Persino Percassi sembra commosso.
Non che l’Atalanta non abbia abituato alle favole: negli anni ’80 (’87 – ’88) partecipò alla oggi defunta Coppa delle Coppe giocando in Serie B perché retrocessa l’anno prima ma partecipante per via della finale di Coppa Italia contro il Napoli a sua volta campione d’Italia e quindi protagonista nella Coppa dei Campioni.
Marco Nosotti di Sky intervista il Papu Gomez a bordo campo a fine partita; Petagna e gli altri e, appunto il presidente Percassi, lo aspettano per andare a festeggiare.
L’ultimo turno era una formalità, diciamo, almeno per Milan e Lazio – anche se perdere non è mai una bella visione, poi male come il Milan a Fiume anche no -, meno per la Dea che vince e che in Europa sta facendo sognare anche chi tifoso non è.
Lo schizzo del Papu mi venne così, cercavo un volto giusto, tra un Suso e un Immobile, c’era lui, il Papu, che non faceva la Papu Dance ma semplicemente portava l’Atalanta ancora in giro per l’Europa.
Un giorno questa Europa League, questa Atalanta, questi colori, chi ama le belle emozioni del calcio di provincia di una volta le racconterà ai nipoti.
Non saranno più Stromberg, Inconciatti, Gentile, Bonacina e gli altri, non sarà più il presidente Cesare Bortolotti ed Emiliano Mondonico in panchina i nomi, saranno sostituiti da Petagna, Papu Gomez, Cristante, De Roon, Caldara, Spinazzola e gli altri ancora, sarà Antonio Percassi e sarà Gian Piero Gasperini i nuovi, ma che echeggeranno per tanto tempo, negli stadi e nei bar, sul Guerino si spera.
E nel mio blog, con i miei disegni.

Say Something